Glossario


A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z


A


A.N.I.A.

È l’Associazione delle imprese assicuratrici operanti in Italia. L’Associazione ha il compito di tutelare gli interessi della categoria nei confronti di qualsiasi amministrazione o attività pubblica, di provvedere al regolamento collettivo dei rapporti di lavoro, di svolgere ogni opportuna azione per diffondere una più ampia e approfondita conoscenza dell’industria assicurativa, di fornire in ogni sede una assidua assistenza ai soci.


B


BENEFICIARIO

È colui a favore del quale, su indicazione dell’assicurato, l’assicuratore paga quanto dovuto.


C


CONCORSO DI COLPA

Condizione che si verifica quando in un sinistro, tra due o più veicoli, è possibile riscontrare le responsabilità di due o più soggetti coinvolti.
Il risarcimento dei danni viene ridotto in misura proporzionale alla percentuale di colpa di ciascuno. Se non vi sono elementi certi per stabilire la responsabilità, si ricorre all’art. 2054 del Codice Civile, secondo il quale entrambi i conducenti si presumono responsabili in misura uguale.


D


DIARIA

Garanzia tipica delle assicurazioni contro i danni alla persona. Essa consiste nel versamento di una somma, da parte dell’assicuratore, per ogni giorno di inabilità conseguente ad infortunio oppure per ogni giorno di degenza in istituti di cura dovuta a infortunio o malattia.


E



F


FRANCHIGIA

Clausole contrattuali che limitano, sul piano quantitativo, la garanzia prestata dall’assicuratore facendo sì che una parte del danno rimanga a carico dell’assicurato.
La franchigia, di regola espressa in cifra fissa o in percentuale, si applica sulla somma assicurata, ed il suo ammontare è quindi definibile a priori. Essa si differenzia dallo scoperto, in quanto quest’ultimo, espresso in percentuale, si applica sul danno, ed il suo ammontare non è quindi definibile a priori.


G



H



I


I.S.V.A.P. (attualmente IVASS Istituto Vigilanza Assicurazioni)

L’I.S.V.A.P, l’Istituto di Vigilanza sulle Assicurazioni denominato così fino alla fine del 2012 e dal 1° gennaio 2013 modificato in IVASS, è l’autorità italiana di controllo e vigilanza sulle Compagnie assicurative. L’IVASS rilascia o revoca l’autorizzazione all’esercizio delle assicurazioni, controlla l’operato delle Compagnie, esamina i reclami degli assicurati e dei terzi contro le imprese.
Le funzioni più importanti dell’IVASS sono: il controllo sulla gestione tecnica, finanziaria e patrimoniale delle Compagnie assicurative presenti in Italia; l’esame e la verifica dei bilanci; la vigilanza e la verifica dell’osservanza delle leggi e dei regolamenti vigenti da parte degli operatori del mercato assicurativo, compresi gli agenti e i mediatori di assicurazione e riassicurazione.

 

INCIDENTE

Qualsiasi evento accidentale, connesso con la circolazione stradale, quale collisione con altro veicolo, urto contro ostacolo fisso, ribaltamento, uscita di strada, che provochi all’autoveicolo danni tali da determinarne l’immobilizzo immediato ovvero ne consenta la marcia, ma in condizioni di pericolosità e/o di grave disagio per l’assicurato o con il rischio di aggravamento del danno subito.


J



K


KASKO

Contratto di assicurazione con il quale l’assicuratore si impegna a indennizzare l’assicurato per i cosiddetti “guasti accidentali”, ossia i danni materiali e diretti subiti dal veicolo assicurato in conseguenza di collisione, urto, uscita di strada non dovuti alla responsabilità di terzi. Possono essere compresi nella garanzia anche i danni dovuti ad atti vandalici o ad eventi atmosferici.


L



M

MASSIMALE DI GARANZIA

Somma massima pattuita che l’impresa è tenuta a pagare in caso di sinistro. Se i danni provocati o subiti sono superiori a tale somma, la differenza resta a carico dell’assicurato. Il Codice delle Assicurazioni ne fissa i limiti al di sotto dei quali le imprese non possono scendere.



N



O



P


PRIMO RISCHIO ASSOLUTO

È la forma assicurativa con la quale l’assicurato, in caso di sinistro, ha diritto di essere integralmente indennizzato dei danni sino a concorrenza della somma assicurata, qualunque sia il valore complessivo e non dichiarato dei beni che costituiscono l’oggetto della garanzia. Non è pertanto applicabile con questa forma la regola proporzionale.

PRIMO RISCHIO RELATIVO

È la forma assicurativa prestata per la quale l’assicurato dichiara il valore complessivo dei beni che costituiscono l’oggetto della garanzia ed il valore massimo che intende assicurare. Qualora il valore dei beni accertato al momento del sinistro risulti inferiore o uguale al valore complessivo dichiarato nel contratto, il danno verrà integralmente indennizzato fino alla concorrenza della somma assicurata, altrimenti, sempre fermo il limite massimo di indennizzo rappresentato dalla somma assicurata, l’ammontare dell’indennizzo stesso verrà ridotto nella proporzione esistente tra il valore complessivo dichiarato e quello accertato al momento del sinistro.


Q


QUIETANZA

E’ il documento attestante l’avvenuto pagamento del premio da parte dell’assicurato o del pagamento delle somme dovute in relazione ad una pratica di danno da parte dell’assicuratore.


R


RISARCIMENTO DI UN SINISTRO

Somma corrisposta dalla compagnia al terzo danneggiato in caso di sinistro per le garanzie di responsabilità civile.


S


SCATOLA NERA

Contatore satellitare che, una volta installato a bordo del veicolo assicurato, è in grado di collegarsi per mezzo della rete telefonica GSM e/o GSM-GPRS ad una sala operativa/centro servizi e consente la prestazione di particolari servizi infotelematici georeferenziati. In particolare permette di rilevare la tipologia del percorso, la velocità media e puntuale del veicolo, le condizioni tecnico-meccaniche del medesimo e la condotta di guida, nonché, in caso di incidente, di ricostruirne la dinamica.


T


TABELLA ANIA

È una tabella usata per la determinazione del grado dell’invalidità permanente nelle polizze infortuni. Per le menomazioni non comprese nella tabella si fa riferimento ad una generica capacità lavorativa che viene ridotta a seguito delle lesioni subite.


U



V

VALORE INTERO

Si definisce così l’assicurazione che copre la totalità del valore dei beni assicurati. Se l’assicurazione viene stipulata per un valore inferiore, l’assicurato, in caso di sinistro, sopporta una parte proporzionale dei danni (art. 1907 C.C.).



W



X



Y



Z


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi